Chi sono


Mi presento e vi descrivo la mia collezione di Minibottles

Chi sono

Mi presento e vi descrivo la mia collezione di Minibottles

| 786 Visite |
Chi sono

Se siete su questo sito, probabilmente condividiamo la passione per le bottigliette di liquori comunemente conosciute anche con il termine francese "mignonnettes".

Mi chiamo Giuseppe Savoca, classe 1978, diplomato all'Istituto alberghiero di Giarre, vivo e lavoro in Sicilia. Sto proseguendo l'attività turistica di famiglia. Gestiamo l'hotel d'Orange d'Alcantara a Francavilla di Sicilia, dove sono esposte anche le mie bottigliette, tanto per rimanere in tema!

Fin da giovane ho lavorato tra bar e ristorante e prestavo particolare cura all'assortimento della bottiglieria del mio locale. Mi piaceva avere nel bar quante più etichette possibili e gli avventori erano contenti quando trovavano il prodotto che desideravano.

Purtroppo, ma anche per fortuna, le bottiglie venivano vendute e non mi rimaneva nulla "per me" così cominciava l'idea di "accumulare" mignon ma non sapevo dove reperirle. Avevo praticamente 13 anni. A settembre del 1991 iniziai un corso presso la scuola alberghiera di Giardini Naxos e lì conobbi il barman Piero Beatrice che all'interno del bar didattico aveva una bella vetrinetta con circa 300 mignonnettes tutte ordinate come solo uno scrupoloso barman sa fare.

Da lì arrivò la prima indicazione su un punto vendita specializzato, sempre a Giardini Naxos (ormai non più presente), diventandone cliente iniziai a incrementare la mia colleizone che presto arrivò a qualche centinaio di esemplari in pochissimo tempo.

Cominciai a fare i primi cambi con il barman Beatrice e successivamente allargai il campo di ricerca ai bar del paese e della zona e agli annunci gratuiti su riviste specializzate.

Grazie ad una di queste inserzioni, feci il mio primo acquisto in blocco da un collezionista di Catania, Francesco Papa, e presi diverse mignon a £ 1.300 al pezzo. Fui contentissimo perché trovai anche il famoso Rosso Antico sul quale aleggiava l'icona di pezzo rarissimo e di estremo valore. Fui contento anche perché Papà mi regalò alcune copie della rivista "Il collezionista di Mignonnettes" organo ufficiale del "Club delle Mignonnettes" che era stato fondato a Milano nei primi anni settanta per volere del compianto giornalista e collezionista Franco Zingales.
Tramite il Club conobbi tantissimi collezionisti e cambiai il mio modo di collezionare, inizialmente a pezzi (e prezzi) singoli per poi optare per l'acquisto di collezioni intere per rivendere i doppioni.

Attualmente la mia collezione consta di 12.000 pezzi tutti differenti e tutti egregiamente esposti.
In collezione ho mignon italiane e straniere, ma tra le due tipologie prediligo il prodotto "nazionale" partendo dalla mignon più comune e semplice, fino a ricercare gli esemplari più antichi.
Proprio a questi ultimi ho dedicato questo sito, on line dal 2001.



La pagina ha impiegato 0.0320 secondi